LAPSUS

STORIA DEL PRIMO 9B ITALIANO

 
 

Lunedì 2 novembre 2015 nella falesia di Andonno (CN) Stefano Ghisolfi ha liberato Lapsus, la prima via d’arrampicata sportiva gradata 9b in Italia.

Stefano Ghisolfi ha riportato la storica falesia di Andonno a splendere sotto le luce della ribalta a cui era stata abituata nei primi anni novanta con la prima salita di Lapsus, una via che potrebbe avere tutte le carte in regola per essere il primo 9b in Italia e quindi la via più difficile di questo paese.
La nuova linea si trova nel famoso settore Anfiteatro che ospita dei "mostri sacri" dell’arrampicata sportiva italiana come Si, l’8a+ di Marzio Nardi, Noi, l’8b+ liberato da Andrea Gallo, l’8b di Cobrae l’8c di Anaconda di Matteo Gambaro. Nel 1993 Severino Scassa aveva collegato Noi e Cobracon un traverso in orizzontale per dare vita a Noia, il primo e probabilmente più famoso 8c+ d’Italia, mentre l’anno scorso Ghisolfi aveva collegato Cobra con Anaconda per creare l’8c+/9a di Cobra Reale.

Il nuovo viaggio proposto adesso dal climber torinese attraversa tutte le vie, partendo da Noi e finendo su Anaconda in un viaggio di oltre 70 movimenti. I passi chiavi si trovano alla fine, proprio su Anaconda, ed è lì che Ghisolfi era caduto in continuità due weekend fa, ad una manciata di movimenti dalla catena…

Dopo un breve riscaldamento Ghisolfi non ha sbagliato niente e questo grandissimo successo arriva dopo le ripetizioni di tre 9a+, ovvero Biographie a Céüse quest’estate, Demencia Senil a Margalef a marzo e Le moustache qui fâche ad Entraygues in Francia nell’estate 2014. Secondo Ghisolfi la nuova connessione è ben più difficile.

Inutile dire che si tratta di un momento storico per l’arrampicata sportiva italiana.